Il cerchio degli amori sospesi di Alessandra Appiano

Le storie scritte da donne che parlano di donne rischiano di cadere nel banale, nello stereotipo pre confezionato, pur di rivolgersi a lettrici si costruiscono storie surreali, colme di pacchetti già belli e pronti. Non è questo il caso di Il cerchio degli amori sospesi di Alessandra Appiano, anche se qualche cliché a mio avviso scivola fuori dalle righe, le abilità di scrittura dell’autrice riescono a sciogliere i nodi banali, per trasmettere un racconto piacevole.

tu sei terrorista dell’amore ma non manchi di amore. Assomigli a chi ha sofferto per amore, non a chi è incapace di provarlo.”

Il filo conduttore è il disprezzo di una figlia, Sofia, per la madre, Chiara; Chiara donna bellissima, poco colta, a suo dire poco intelligente, ma il lettore attento saprà farsi un’idea precisa in merito, ha messo al mondo tre figlie, Benedetta, Sofia e Emma. Abituata a farsi strada nella vita sfoggiando la sua bellezza e il suo carisma, Chiara deve affrontare la morte e contemporaneamente l’odio di sua figlia Sofia, odio abilmente descritto in un romanzo, Diario straordinario, balzato in vetta alle classifiche mondiali.

Il cerchio degli amori sospesi riesce a descrivere benissimo le quattro donne coinvolte, dissapori e amori, speranze e rammarichi, odio, vendetta, incomprensioni e dolore sono sentimenti scanditi dal tempo e dall’amore che provano pur senza dirselo. Il rapporto madre e figlia non è certo facile, spesso per quanto ti impegni sbagli, e gli sbagli in famiglia vengono ripetutamente rinfacciati, difficilmente perdonati.

L’autrice attraverso i quattro caratteri protagonisti, così differenti ma contemporaneamente così legati, riesce a creare un romanzo capace di distruggere la linea temporale più ovvia, descrivendo in poche pagine donne complesse, dando a ognuna di loro voce e personalità, dall’infanzia fino alla morte.

Chiara è sicuramente il personaggio più forte, anche durante gli ultimi giorni di vita riesce a dominare le figlie, richiamandole, consigliandole, e dirigendole, figlie che nonostante il soffocamento materno, si realizzano nella vita, ognuna tracciando la sua carriera, con i suoi ostacoli e problemi. Bellissima la seconda parte dove Chiara scrive alla figlia Sofia.

“Il tuo libro ha demolito le mie ultime resistenze, ha scardinato le fondamenta dell’orgoglio, ha spento ogni residuo abbaglio sull’amore materno.
Devo dire grazie a te o al destino?
Oppure debbo concludere, più saggiamente, che siete la stessa cosa, e che ci siamo scelte come madre e figlia per procedere su una strada già decisa da Qualcuno o Qualcosa più in gamba di noi?”

“La felicità è intermittente, è sempre subordinata a un oggetto, dipende da fattori esterni, dal consenso o dall’amore degli altri. Mentre la gioia – per esempio quella che sto provando ora – non ha mai una ragione apparente.”

Autore: Alessandra Appiano
Titolo: Il cerchio degli amori sospesi
Editore: Garzanti
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 16,60 euro

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *