Il quinto testimone

Il quinto testimone di Michael Connelly

Il quinto testimoneSe siete alla ricerca del Lega Thriller perfetto, dove nulla stona e il dibattito in Tribunale sembra avvenire davanti a voi riuscendo a trasportavi all’interno dell’aula, facendovi intuire ma senza mai scoprire del tutto le carte Il quinto testimone di Michael Connelly è la vostra soluzione.

Inutile giraci attorno, Michael Connelly ha fatto, nuovamente, centro. Le sue abilità narrative assieme alla conoscenza del mondo legale americano, unite a una limpida analisi dei comportamenti e dei trucchi da sempre usati dagli avvocati durante un processo, danno vita a un romanzo che semplicemente si beve.

Il lettore intuisce che non è tutto chiaro, che alcuni dettagli sfuggono, si aspetta il colpo di scena finale, ma fino alla fine non avrà tutti gli elementi per capire esattamente cosa è accaduto.

L’avvocato difensore Mickey Haller si ritrova coinvolto in un processo penale per omicidio, la cosa non lo preoccupa, non sta a lui giudicare se il suo cliente è colpevole o innocente il suo compito è convincere la giuria che le prove non sono sufficienti per dichiarare la signora Lisa Trammel colpevole di omicidio.

Se credete di trovare la vittima innocente, incastrata da un complotto più grande di lei, avrete delle sorprese. la signora è antipatica fin dalle prime righe, ma l’avvocato non deve difendere la sua simpatia…

Interruppi la comunicazione e mi misi a pensare a Lisa Trammel.  Non so perché, ma non ero sorpreso che fosse stata arrestata con l’accusa di aver ucciso l’uomo che stava cercando di portarle via la casa. Non che avessi mai pensato che saremmo arrivati a questo punto, ma dentro di me sapevo che qualcosa doveva succedere.

Personalmente apprezzo da sempre i Legal thriller americani, mi appassionano le arringhe in aula i colpi di scena, i trucchi descritti, le storie di colpevoli e innocenti. Quindi non ho problemi ad ammettere che Il quinto testimone è un gran bel libro. Un punto a favore è l’assoluta mancanza di momenti lenti, a volte questo genere si lascia andare in lunghe descrizioni, oppure non riesce a coinvolgere il lettore nella vita dei professionisti descritti. I protagonisti rischiano di apparire troppo freddi e lontani. Michael Connelly, invece, crea un intreccio e un equilibrio magistrali, la storia si sviluppa catturando sempre l’attenzione del lettore e i protagonisti riescono a risultare ben caratterizzati nonostante il poco spazio concesso alla loro vita privata.

Da leggere, da consigliare a chi, come me, ama gli intrighi in tribunale.

Stavo violando le regole? Tenevo un comportamento poco etico nel non rivelare il segreto di Furlong? Dipendeva dalla definizione che si dà all’espressione parente stretto. Il significato cambia con il passare degli anni. Il fascicolo di Furlong diceva che era sposato e aveva un figlio, un ragazzo. La moglie e il figlio erano i suoi parenti stretti. Per quanto ne sapevo, suo padre poteva anche essere morto.

Titolo: Il quinto testimone

Autore: Michael Connelly

Traduttore: Mariagiulia Castagnone

Editore: Piemme

Anno:2014

Prezzo: Cartaceo Euro 19,90 | Segnalo che l’ebook è in vendita a soli 3,99 Euro, credo sia uno dei rari casi dove tra cartaceo e digitale ci sia una differenza così sostanziale.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *