La domenica lasciami sola, di Simonetta Sciandivasci. Esilarante romanzo dalla parte di Lei

La domenica

Personalmente ho risolto il problema dell’uomomalatodicalcio scegliendomi un marito che semplicemente, e oserei direi ostentando un certo orgoglio, odia il calcio. O meglio lo ignora, tanto da non farsi minimamente coinvolgere nemmeno dai mondiali, ne dalle ripetute telefonate di Sky che insistente ci chiede come sia possibile questo curioso fatto: non siete abbonati al pacchetto sport!!!

La premessa è necessaria perché nonostante le mie scelte ritengo che  La domenica lasciami sola, di Simonetta Sciandivasci sia uno di quei romanzi capaci di strapparti le risate, coinvolgere le lettrice e costruire una sorta di pubblico comprensivo che sa esattamente di cosa stai parlando e si sente partecipe del dolore.

Pubblicato da Baldini&Castoldi, in uscita il 22 ottobre 2014, il romanzo, potremmo definirlo anche una sorta di manuale/delirio/di sopravvivenza,  sta già ottenendo il favore della critica e credo che conquisterà senza troppa fatica anche i cuori delle lettrici, perché nonostante gli anni siano passati da tempo, La partita di pallone di Rita Pavone vanta una data di nascita pari al 1963, le quote rosa, il pensiero della differenza, il femminismo ecc. ecc. oggi siamo ancora qui a litigare con il calcio, a chiederci cosa ha lui che io non ho, e a ragionare sul concetto di attenzione, tanto astratto quanto troppo spesso catalizzato dal piccolo schermo.

E mentre una volta gli appuntamenti del calcio si potevano ritenere un numero equo, oggi, come ci fa notare l’autrice, tra campionato, mondiali, champions e chissà che altro non esistono riposi o intervalli, nemmeno d’estate.

Ora, nessuno obbliga la donna non interessata alla partita di turno a seguire le abili gesta dei sudati calciatori, ne tanto meno a partecipare attivamente al tifo caldo e esaltato del presunto uomo occupatore di divani, ma a quanto pare la situazione dal 63 ad oggi non è cambiata. La donna. masochista, continua a voler esserci, a voler dimostrare che è interessata, alcune lo sono per davvero, a sottolineare che lei non solo ha conoscenza in materia ma addirittura ne sa discutere. Eppure Lei deve ancora capire che: non è possibile vincere, solo assistere impassibili di fronte alla rovina.

Scappa!!!

Simonetta Sciandivasci riesce con ironia e una buona dose di faccia tosta a ricreare scenette e dialoghi tra calcio appassionati e calcio martiri, la famosa fidanzata abbandonata si ritrova così a dover crederci per davvero, perché lei ci crede di amare il calcio, in realtà la cosa le è assolutamente indifferente, ma coraggiosa e forzuta porta avanti la sua personalissima battaglia.

Non odiatemi, ma sono fermamente convinta che si dia il peggio di sé proprio quando si cerca di fare qualcosa per il bene dell’altro.

Senza mai abbandonare il sorriso il romanzo ci porta una serie di considerazioni, e dialoghi surreali, capaci di far riflettere il lettore, o semplicemente di farlo ridere, senza mai perdere il filo logico della storia: il calcio, visto dalle donne.

Lo so che il matrimonio non va più di moda. Anche il calcio sembra non andare più di moda. Sembra che, almeno come «istituti sociologici», stiano entrambi crollando sotto le spinte evoluzionistiche. Eppure, statistiche alla mano, unioni civili o non civili sono in aumento. Per strada, durante le partite, è come camminare in un reparto di ginecologia e ostetricia: s’incontrano solo donne e bambini.

Particolarmente divertenti i dialoghi tra amiche, realistici, assurdi, fuori da ogni logica, ma è proprio così che funzionano.

S E allora gli ho detto che non era più un gioco.
F Dopo quanti giorni?
S Quattro.
F Hai fatto bene. Lui è svenuto?
S No. Mi ha chiesto cosa volessi dire.
F Odio quando lo fanno. E tu cosa volevi dire?
S Che non deve permettersi di giocare con me.
F Brava. Odio quando lo fanno.
S Infatti ha cominciato a balbettare.
F Tipo afasia o tipo perifrasi?
S Tipo attacco di panico.
F Ok, quindi più tipo perifrasi. Odio quando lo
fanno

Se cercate consigli calcistici, strategie e schemi, in questo libro non ne troverete nemmeno uno, ma se invece quello che desiderate è semplicemente riderci un po’ su, allora forse avete trovato il libro giusto da leggere e regalare all’amica vittima della calcio mania del fidanzato di turno, l’amica vi potrebbe odiare, ma sicuramente riuscirà a farsi due risate.

Titolo : La domenica lasciami sola

Autore: Simonetta Sciandivasci

Editore: Baldini&Castoldi

Anno: 2014

Prezzo: Euro 14,00

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *