11244579_1469373316693153_6260632634489588256_n

A Venezia censurati i libri per bambini

Ma se andiamo a vedere bene la lista alcuni titoli sono davvero inspiegabili, come Piccolo blu e piccolo giallo, la storia in realtà è nata in treno ed è stata inventata dai nipotini dell’autore, il fine era semplicemente spiegare che giallo e blu se uniti… creano il verde. Ovvio, la storia parla anche di amicizia e famiglia, ma non di sesso. Se poi vogliamo vedere sesso, droga e rock & roll un po’ ovunque, credo sia un nostro esclusivo problema di adulti.

Passaggio in Sardegna, di Massimo Onofri

Non possiamo semplicemente etichettare Passaggio in Sardegna, Massimo Onofri, Giunti editore, come narrativa di viaggio, ho scoperto che si chiama anche letteratura odeporica (spero sia corretto), no, non possiamo, per il semplice fatto che Passaggio in Sardegna è molto di più: è critica letteraria, ho perso il conto del numero di libri suggeriti che spero incontreranno la mia libreria in tempi brevi, è cucina locale, è persone incantevoli. Insomma, per farla breve, credo che solo in questo libro potrete trovare le indicazioni per gustare le migliori focacce di Alghero.

La_Regina_delle__51850f02484c9

Due giorni con Davide Calì, che storie!

Riemergo da un fine settimana intenso, di quelli che mettono a dura prova fisico e soprattutto passione, che ti fanno dubitare e contemporaneamente caricano l’anima, una sorta di concentrato di energia positiva; ma, devo ammettere, che riemergo anche con tante, tantissime domande, una su tutte: ma io… che ci faccio qui?

gioco ripper

Il gioco di Ripper, di Isabel Allende

In Il gioco di Ripper, ho ritrovato la mia amata Allende, quella che mi ha incantata con D’amore e d’ombra e La casa degli spiriti; l’Allende che usa le parole in maniera sublime, raccontando meraviglie e brutture dell’essere umano; ma, sopratutto, ho ritrovato le sue donne, così belle, fiere e geniali.