non_e_un_vento_amico-cover

Non è un vento amico, di Vincenzo Zonno

Non è un vento amico, di Vincenzo Zonno si è rivelato un’autentica sorpresa. Pur ambientando il romanzo nella Russia e Prussia del 1854 l’autore dimostra una notevole capacità narrativa, mai appesantita dalla volontà di trasmettere il suo sapere di quell’epoca e quel luogo; il rischio di eccedere in dettagli storici e appartenenti alla letteratura Russa era notevole, invece … Non è un vento amico si avvale di nozioni ma non ne è succube, il romanzo potrebbe venire presentato come un giallo storico, ma a mio avviso è molto di più: è filosofia e teologia.

La straniera. Outlander, di Diana Gabaldon, perché non mi è piaciuto

Rischio il linciaggio online, e ne sono consapevole, ma dopo aver resistito, nonostante le tante acclamazioni, ho capitolato di fronte al famoso romanzo La straniera, primo capitolo della saga Outlander, di Diana Gabaldon, saga fortunata dato che da questi volumi è stata tratta l’omonima serie televisiva con Caitriona Balfe e Sam Heughan. Eppure, devo essere onesta con chi legge queste pagine virtuali, io La straniera non sono nemmeno riuscita a finirlo, tanta si è rivelata la noia.