Libri della nanna da regalare a Natale

Ora, è vero che tra il nanetto sonnambulo e i genitori disperati, i più divertenti , soprattutto per chi ci è già passato, sono i secondi, ma se proprio non volete venire odiati ai libri originali consiglio di aggiungere qualche favola classica, o qualche semplice fai la nanna, senza parolacce aggiunte.

I biglietti d’auguri letterari della Graphe.it edizioni

La Graphe.it edizioni presenta anche quest’anno il biglietto d’auguri più In che si possa desiderare: un libriccino La vigilia di Natale, dove due racconti: Notte di Natale di Camillo Boito e Arrivederci e buon Natale di Patrizia Viol, si presentano accompagnati da una poesia di Sant’Ambrogio,mentre il nastro rosso che unisce le parole del libro alla sfondo così importante: la città di Milano.

sante

Anche le sante hanno una madre, di Allan Gurganus

Caitlin è la figlia adolescente apparentemente perfetta che tutti vorrebbero avere, Jean è la madre, con QI superiore alla media, ma costretta a fare “solo” la madre di tre figli. Caitlin è talmente generosa da prendere tutte le scarpe della madre per donarle ai bisognosi… Jean vacilla tra l’amore incondizionato verso la sua creatura, e un poco nascosto risentimento nei confronti della sua perfezione. Ma anche quando il sarcasmo supera la ragione il racconto della madre manifesta un amore incredibile nei confronti della figlia

leroe-delle-terre-morenti-275x370

L’eroe delle terre morenti, di Alberto Büchi

Cupo, da paura, spaventoso, e vi deve piacere il genere fantasy horror, ma scritto davvero bene. L’autore riesce a creare un mondo suggestivo, a descriverlo, dipingerlo in maniera impeccabile. Tanto che in alcuni tratti mi sono venuti i brividi di freddo, e non solo.
Protagonista della storia Hansio, un eroe un po’ stanco e depresso, il suo mondo sta morendo, mangiato dai cadaveri viventi; la razza umana sta cedendo e la vita rischia di venire divorata dalla puzza di morte. Solo una bambina può dare inizio al cambiamento.