I mercanti dell’Apocalisse, di L. K. Brass

Mercanti Apocalisse GiuntiGli editori ascoltano il grande pubblico, lo fanno eccome, e I mercanti dell’Apocalisse, di  L. K. Brass è l’ennesima dimostrazione. Nato come self-publishing I mercanti dell’Apocalisse viene proposto oggi da Giunti e si propone come thriller finanziario dai ritmi veloci e avvincenti.

Passato da semi sconosciuto alle prime posizioni di Amazon in pochissimo tempo, a corteggiato da grandi editori in ancora meno, I mercanti dell’Apocalisse ha già dimostrato ampiamente di venire apprezzato dal pubblico, probabilmente i motivi sono diversi: dalla storia originale e contemporaneamente attuale, al ritmo, all’evidente volontà di realizzare un thriller in stile americano. Di quelli che ti bloccano alla poltrona per capirci.

La storia: Daniel è un uomo geniale, matematico di successo, e uomo d’affari, ma la sua vita viene spazzata via, interrotta, quando l’aereo dove viaggia sua moglie e le due figlie gemelle esplode. Rimasto solo con la figlia maggiore cerca con fatica quella normalità oramai svanita, ma un’attentato alla sua vita lo rende decisamente sospettoso.

Daniel vuole solo una cosa:  proteggere la figlia, così decide di sparire, fingendo la sua morte. Perché Daniel non è semplicemente un matematico, ma un genio della rete, capace di creare diverse identità, profili, e vite parallele. Così Daniel muore e lascia il posto a molti, forse troppi, alter ego.

Daniel vive diverse vite, e crea altri imperi, controlla a distanza la figlia, ma si rassegna alla solitudine. Eppure un giorno capisce che non è il solo a dover vigilare sulla sua vita, il disegno è molto più ampio e pericoloso…

I mercanti dell’Apocalisse è sicuramente un libro attuale e cattura per ritmo incalzante e colpi di scena, il mondo dell’alta finanza viene presentato come spietato e capace di ogni cosa, inoltre il testo svela termini e concetti che sono lontani dalla quotidianità della maggior parte di noi.

Solo un dettaglio non mi è proprio piaciuto, e sapete sono sempre sincera quindi lo devo scrivere: le capacità chiamiamole paranormali o comunque non chiare di Daniel, a mio avviso non servivano, sono quel più che appesantisce un racconto già denso e a tratti contorto. Sembra un’invenzione letteraria proposta per spiegare alcuni dettagli altrimenti poco chiari.

I mercanti dell’Apocalisse,  L. K. Brass, Giunti, 2016, Euro 8,00

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *