Cento di questi giorni, di Andrea Dalmasso

51W7CaF5xOLScrivo questo blog perché amo leggere, amo leggere storie nuove, storie che mi fanno pensare, che mi scaldano il cuore. Cento di questi giorni,
di Andrea Dalmasso, Enzo Delfino Editore, è uno di quei romanzi che diverte e contemporaneamente riesce a far riflettere. Quel “cosa succederebbe se” è la giusta chiave di lettura. Cosa succederebbe se in Sicilia, terra così incantevole e così dannata, un giorno, per caso ma forse no, i giovani si ribellassero?

La storia di Andrea Dalmasso non parla solo di rivolta, parla d’amore e di giornalismo, di gioventù, di amicizie, di sogni; sogni infranti e sogni proiettati nel futuro.

Un giovane giornalista, uno bravo, uno che sa scrivere per davvero anche se non ama definirsi giornalista d’assalto, e un fotografo, forse meno bravo, in realtà è la sua onestà la caratteristica che lo distingue fin dalle prime pagine, si ritrovano, più per caso che per dovere, in missione verso la Sicilia. Missione quasi impossibile dato che i collegamenti verso l’isola sono stati interrotti causa rivolta. E già qui scatta un “impossibile”, eppure la Sicilia di Dalmasso è in rivolta, giovani indignati infuocano le strade, una raccomandazione di troppo ha scatenato gli animi. Ma il romanzo non affronta solo le vicende siciliane, rendendole apparentemente inverosimili, si sofferma anche sulle difficoltà dei giovani padri, sulla morte, e riesce chilometro dopo chilometro, con uno stile ironico e veloce a descrivere perfettamente ogni personaggio, donando umanità anche al meno umano degli incontri.

Clandestini in Sicilia, perché è così che i nostri due eroi arrivano in Tricania, per lo scoop della vita, scoop che per una volta non vede la mafia protagonista ma un gruppo di giovani impegnati in un duro scontro contro i poteri forti, il baronato, i corrotti.

Nonostante arresti, fughe rocambolesche e spari è proprio in Sicilia che , fotografo e giornalista, ritrovano quella pace da tempo assopita, come se la fiducia verso il futuro li stesse aspettando, quieta, sicura della sua forza.

Un bel romanzo, personalmente mi ha molto colpita, sia per l’originalità della vicenda, ammetto che inizialmente ero sospettosa nei confronti della scelta: giornalista e fotografo mi sembrava una conseguenza forzata, ma sono felice di sottolineare che nulla qui risulta fuori posto, che per lo stile narrativo, il ritmo veloce e il susseguirsi di vicende apparentemente assurde donano freschezza al racconto.

Assolutamente da leggere.

Cento di questi giorni, Andrea Dalmasso, Enzo Delfino Editore, 2017, Euro 4,99

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *