Imprimatur, di Rita Monaldi & Francesco Sorti

ImprimaturImprimatur,  di Rita Monaldi & Francesco Sorti, Baldini&Castoldi editore,  è un libro che ha dato molto fastidio nel 2002, anno della sua prima pubblicazione. Perché? Semplice, perché è ben scritto, e chiaramente documentato. Quindi, dato che racconta fatti veri, o quanto meno romanza fatti storici, e i dettagli dovuti a un’attenta ricerca appaiono evidenti, e dato che la storia narrata può non fare piacere a molti, ecco spiegato il clamore del passato.

Ma oggi? Per il momento non mi sembra di aver letto alcuna alzata di scudi, o recensioni scandalizzate, si tratta di un romanzo storico. Punto. Certo, afferma in maniera poco sottile che Papa Innocenzo XI avrebbe favorito l’ascesa al trono d’Inghilterra di un sovrano protestante, anziché cattolico. Però bisogna sottolineare che l’accusa anche se pesante è fatta con stile: il romanzo è davvero ben fatto.

Ricco di storia e dettagli, dalla medicina ai pasti, dalla peste fino agli abiti, Imprimatur narra le vicende di un gruppo di  viaggiatori costretti in quarantena in una locanda romana, per un presunto decesso di peste. Siamo nel settembre 1683, quando la storia vede la guerra a Vienna, cattolici contro turchi.

I protagonisti sono davvero insoliti, dall’abate Atto Melani,  ex cantante castrato e ora agente segreto del Re Sole,  al garzone della locanda che svelerà il suo più grande segreto (un segreto a tratti mostrato a dire il vero) solo alla fine del romanzo, la prostituta, il musicista, la vittima che in realtà è un ex sovraintendente famoso in tutta europa, il dottore capace e istruito.

Dalla locanda alle fogne di Roma fino a un presunto attentato al Papa, il romanzo conquista per ritmo e capacità di narrare la storia in maniera incessante, riesce a unire la vita del ‘600, descrivendola in maniera colorita eppure verosimile anche a chi, come me, non è certo esperto del periodo, al thriller moderno.

Non manca nulla: omicidio, inganno, suspense e addirittura inseguimenti!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *