21 maggio alla Sapienza. Sabato al Museo – Narrazioni per non addetti ai lavori

img_copertina.fwRicevo e pubblico molto volentieri e aggiungo: cari romani e cari turisti ma avete dubbi? Dovete andarci!!! Io vi invidio!

Comunicato stampa

Oltre la scienza: l’esperienza narrativa di Davide Bonadonna e Martin Rua – Sabato al Museo. Immaginazione e storie dalla Terra (a seguire La Notte dei Musei). Raccontare la scienza ai non addetti ai lavori

sabato 21 maggio 2016, ore 10.30-18.30

Musei aperti: Antropologia, Scienze della Terra, Vicino Oriente Egitto e Mediterraneo, Zoologia

piazzale Aldo Moro 5, Roma

ingresso 3 euro (comprensivo di tutti i laboratori); gratis per studenti Sapienza e per bambini fino a 6 anni

Terzo appuntamento con l’iniziativa “Sabato al Museo”, dedicato questa volta al nostro Pianeta, alle sue caratteristiche fisiche e ai suoi più antichi abitanti, ai diversi modi di raccontare la scienza: dal racconto alla danza, dalla recitazione al disegno.

Continue reading 21 maggio alla Sapienza. Sabato al Museo – Narrazioni per non addetti ai lavori

Laboratorio per Buoni cittadini digitali a Vicenza

il web e nostro_verticaleSegnalo un prossimo laboratorio a Vicenza, vi aspetto!

Appuntamenti: Laboratorio per buoni cittadini digitali, per bambini e bambine dai 10 anni, a cura di Anna Fogarolo autrice del libro Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli.
Venerdì 13 maggio – ore 17:30
Libreria Galla+Libraccio
via Palladio 12 Vicenza

Cosa faremo?

Realizzeremo un muro sociale, dove scriveremo tutto ciò che ci passa per la testa… perché non siamo mai soli quando navighiamo!

E creeremo un volantino per spiegare a genitori, nonni e amici chi è il buon cittadino digitale.

Vi aspetto!

Salani editore pubblicherà il nuovo romanzo di Elisabetta Gnone

autrice_elisabetta_newComunicato Stampa

La casa editrice Salani (GeMS, Gruppo editoriale Mauri Spagnol) ha il piacere di comunicare che il 9 novembre pubblicherà Olga di carta, il nuovo romanzo di Elisabetta Gnone, ideatrice della serie di successo “W.I.T.C.H.” per The Walt Disney Company e autrice della fortunatissima saga di Fairy Oak che l’hanno resa una delle scrittrici più amate dai giovani lettori negli ultimi anni.

L’editore Luigi Spagnol spiega che “Il percorso della casa editrice Salani è stato segnato da figure di ragazzine intraprendenti e indimenticabili come Pippi Calzelunghe, Bibi, Matilde, Hermione Granger, Calpurnia Tate, solo per citarne alcune. Olga di Carta si aggiunge a questa straordinaria galleria”. E conclude: “In questo romanzo la forza sta in tutto ciò che ci rende umani: l’imperfezione, la vulnerabilità, la fragilità. È una storia sull’importanza di raccontare storie. È una storia per i lettori di tutte le età”.

Foto | fairyoak.it

Le bambine di Carroll, di Bonifacio Vincenzi

Comunicato Stampa 

Copertina LE BAMBINE DI CARROLÈ uscita in questi giorni la nuova raccolta di poesie di Bonifacio Vincenzi: Le bambine di Carroll (LietoColle, 2015).

Queste poesie del poeta calabrese si fanno apprezzare per la loro modulata forza. Il respiro che vi si trova è quello di una poesia che ha la capacità di ascoltare l’enigma. E proprio nell’enigma vibrano le metamorfosi delle sensazioni.

I dati emblematici lasciati dalla pagina fanno parte senza dubbi del bagaglio culturale di un autore di grande valore.

Ciò che affascina in questa scrittura è il ritmo pressante del verso, assunto come struttura portante dell’intera raccolta:

Evitando l’equivoco totale/ le panoramiche sul mondo/ oscillano improvvise/Uno scarto rivela /un po’ del suo significato, orge/di immagini senza profondità /La folla dei significati /si fa cumulo, /allontana dall’essenza /Il futuro si modella/ come una terribile/gabbia a maglie strette” (La gabbia oppressiva).

Per gli appassionati di poesia questo libro non può mancare nella loro personale biblioteca.

In estate preferisco leggere : le proposte estive di Lazy Book

Comunicato Stampa

 

lazy bookPer chi desidera rinfrescarsi, Il cimitero di Beech Grove, di Daniele Fantini, assicura fantasmi e intrighi, il tutto ambientato in un western apparentemente d’altri tempi. Un killer professionista, tale Buck Jones, si ritrova suo malgrado a dover gestire un numero elevato di spiriti alquanto animosi e irritati. Il romanzo è volutamente ironico, capace di strappare sorrisi senza mai dimenticare il giusto equilibrio tra bene e male.

 

 

Copertina_JASP_600x800pxLe romantiche, amanti di Jane Austen, potranno invece riscoprire le atmosfere tanto amate nel romanzo J.A.S.P. – Jane Austen Summer Party, di Virginia Cammarata. Spiritoso e scoppiettante il libro desidera divertire grazie alla sua incredibile protagonista Zoe, in vacanza con la famiglia a Brighton. Ad aspettarla party chic e uomini innamorati, o quasi, il tutto condito da una sorella un po’ civettuola, una madre vegana e un padre litigioso ma con amore. Da leggere sotto l’ombrellone, i vicini potrebbero non comprendere le solitarie risate.

 

 

Copertina_EquilibrioInfine, per gli amanti del fantasy classico, un romanzo d’altri tempi, un epic fantasy capace di tenere incollato il lettore all’ ereader per tutta l’estate: Equilibrio, di Anna FogaroloIn Equilibrio conquistano gli elementi classici dell’epic fantasy: profezie, magia, ombre, amore, e, naturalmente, l’eterna lotta tra il bene e il male; ma solo colui che è uguale e diverso potrà portare la pace nel Regno.

La luce dopo il tramonto, di Carla Buckley

Comunicato Stampa

la luce dopo il tramontoTyler è un ragazzo speciale. E non perché è affetto da una rarissima malattia genetica che lo costringe a vivere al buio, quasi sempre nella sua stanza, senza altri contatti con l’esterno che non siano i familiari e Internet. No, Tyler è un ragazzo speciale perché, nonostante tutto ciò, è sicuro che prima o poi troverà il suo posto nel mondo. È lì fuori, da qualche parte, che lo aspetta. Lui deve solo cogliere l’occasione giusta per dimostrare agli altri, in particolare a sua madre, che nella vita se la può cavare anche da solo. Ed è per questo che, quando in un freddo pomeriggio di pioggia, la figlia dei suoi vicini scompare nel nulla, Tyler si mette in testa di risolvere il mistero e, all’insaputa di tutti, la notte inizia a uscire di casa per andare a caccia d’indizi, scoprendo così i piccoli, grandi segreti degli abitanti del quartiere. Ma, a poco a poco, si renderà conto che è proprio la sua famiglia a nascondere i segreti più pericolosi.

Dodici anni fa, la vita di Eve Lattimore è cambiata per sempre. Seduta in un asettico studio medico, con in grembo il figlio di due anni e stringendo la mano del marito per farsi forza, ha ascoltato la diagnosi: per Tyler, anche la minima esposizione alla luce del sole porterebbe essere fatale. Da allora, ogni mattina prima che sia l’alba, Eve si assicura che il figlio finisca la colazione in tempo e ritorni in camera sua, dove le finestre sono schermate con pesanti tende nere. Poi chiude la porta a chiave, per riaprila solo dopo il tramonto. Proteggere Tyler dalla luce è la missione di Eve. Una missione che lei non abbandonerà nemmeno quando, in un freddo pomeriggio di pioggia, commetterà una leggerezza imperdonabile e dovrà scegliere tra suo figlio e la verità.

Eletto dalla critica americana come uno dei migliori romanzi dell’anno, La luce dopo il tramonto ci coinvolge in una storia profondamente autentica, animata da due personaggi a loro modo straordinari − Tyler, un outsider che vede il mondo da una prospettiva spiazzante e senza ipocrisie, e Eve, una madre che ha rinunciato a tutto per dedicarsi al figlio −, e che solleva degli interrogativi che prima o poi tutti noi ci troviamo ad affrontare.

Fino a che punto è giusto spingersi per proteggere le persone che amiamo? Fino a che punto è giusto che le nostre paure condizionino la vita dei nostri figli?

Carla Buckley è nata a Washington, dove ha lavorato presso lo Smithsonian Institution, l’ente per l’istruzione e la ricerca che gestisce venti musei in tutti gli Stati Uniti e considerato il più grande complesso museale del mondo. La passione per la letteratura, però, l’ha convinta a lasciare il suo impiego per dedicarsi a tempo pieno alla narrativa. La luce dopo il tramonto è il suo esordio in Italia.

Novità Graphe.it edizioni: Quando arrivarono i tedeschi, di Gianluca Meis

Comunicato Stampa

quando-arrivarono-i-tedeschi-241707In occasione del 25 aprile 2015, nel settantesimo anniversario della Liberazione, la Graphe.it edizioni presenta una raccolta di racconti brevi sulla guerra Quando arrivarono i tedeschi di Gianluca Meis.

Accompagnando gradualmente il lettore, il libro non presenta la guerra cruenta così come cinema e romanzi sono soliti a descriverla, ma una guerra vissuta in disparte, subita da chi cercava la semplice quotidianità pur vivendo nel terrore.

La guerra è maestra solo di egoismo, si era sentita dire una volta: come se avesse davvero da insegnare qualcosa.

La guerra delle donne, dei bambini, di coloro che non si trovavano nel campo di battaglia ma che ogni giorno combattevano la paura; sopravvissuti impegnati a ostacolare la disperazione. Comparse di un evento che ha modificato totalmente le loro vite, cambiando drasticamente il presente e modellando i ricordi.

I tedeschi sono arrivati, i partigiani agiscono, i bambini osservano impotenti, gli innamorati aspettano.

Mi sono innamorata di te perché avevo paura, certo. Ma soprattutto perché “Quando tutto sarà finito” potesse essere presto. E allora non ci saremmo accontentati di sfiorarci la mano.

Uno sguardo sulla vita della gente comune che, nonostante la guerra, trova la forza di tirare avanti.

I racconti di guerra dei vecchi non li ascolterà più nessuno, quando una Bella morta ammazzata sarà argomento di più avvincenti conversazioni.

Incorniciato dalle illustrazioni di Francesca Lancisi, il libro di Gianluca Meis usa la parola in maniera chiara ed elegante per accendere immagini e suoni, per non dimenticare.

Scheda libro: http://www.graphe.it/tedeschi-meis

Un libro per Natale: Un Natale in mussola, di  Virginia Cammarata e Jennifer Federica Lombardi

Copertina_NataleMussola_600x800pxComunicato Stampa

A Natale molte lettrici e lettori amano lasciarsi cullare da una storia romantica, una di quelle classiche, capace di risvegliare sentimenti e di far spuntare, a volte, una lacrima traditrice. Lazy Book presenta una novità editoriale che sicuramente farà felici le amanti di Jane Austen: Un Natale in mussola di Virginia Cammarata e Jennifer Federica Lombardi. Un racconto lungo, molto lungo, scritto per gli e le amanti del mondo perfetto di “zia” Jane, ricco di balli, sale da tè, mussola, rivali in amore e colpi di scena.

Le autrici amano scherzare con la loro stessa passione per i romanzi di Jane Austen e per lo stile Regency e, per venire incontro ai “non-Janeite” ( i non appassionati del genere) hanno approntato un utile dizionario austeniano, utile per orientarsi e anche per comprendere il mondo della scrittrice inglese.

Così dicendo, indosso le scarpette ed esco nel mio semplice abito di mussola bianca, chiedendomi come facessero le donne di duecento anni prima ad andarsene in giro con pochi strati addosso e non morire assiderate in pieno inverno. Se uscissi fuori della locanda, ne sono certa, morirei prima di raggiungere l’auto. Non appena mi richiudo la porta alle spalle, avanzo di un paio di passi senza guardare davanti a me, convinta per non so quale convinzione che il corridoio sia sgombro. Lo schianto è inevitabile e finisco dritta contro il petto di qualcuno che arriva dalla direzione opposta.

Un Natale in mussola racconta l’amore, l’amore tra due amiche e ovviamente l’AMORE unico, quello che ti fa tremare e sognare, il tutto condito da un tocco nostalgico verso quell’ottocento fiabesco e di classe che i romanzi di Jane Austen fanno rimpiangere.

Lazy Book augura buona lettura a tutti, ma si raccomanda di non eccedere con il tè, si dice che

possa causare una crisi di nervi difficilmente superabile.

Lo salutiamo con un cenno, accompagnato da una riverenza. Con tutti questi cenni e riverenze, rischiamo ogni volta il colpo della strega o, come minimo, a fine giornata nessuno ci salverà da un mal di schiena.

Continue reading Un libro per Natale: Un Natale in mussola, di  Virginia Cammarata e Jennifer Federica Lombardi

La Fiera delle Parole 2014, Padova dal 7 al 12 ottobre 2014

fiera paroleComunicato Stampa

Dal 7 al 12 ottobre 2014 torna a Padova la Fiera delle Parole, l’attesissima 8° edizione del festival letterario che per cinque giorni farà di Padova la capitale della cultura grazie agli oltre 150 incontri con i nomi più importanti della letteratura, del cinema, della musica, dell’arte e del giornalismo, italiani e stranieri.
Un prestigio che la città di Padova può valorizzare contando sulla nobile tradizione umanistica e intellettuale e sulle storiche sedi che accoglieranno gli ospiti della Fiera: dal salone trecentesco di Palazzo della Ragione alle stanze di Palazzo Moroni; dalle prestigiose sale del Palazzo dei Vescovi – sede del Museo Diocesano – al Caffè Pedrocchi. Non manca tuttavia il coinvolgimento dei luoghi deputati alla vita pubblica di chi vive quotidianamente la città: spazi di aggregazione giovanile come il Centro Universitario di via Zabarella o destinati alla cultura per vocazione come il Centro Culturale Altinate San Gaetano; luoghi e le librerie del centro.
La manifestazione, ideata e diretta da Bruna Coscia, è organizzata da Cuore di Carta con il Comune di Padova, la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e AcegasApsAmga e il sostegno di APS Advertising e del Credito Cooperativo Veneto.
La sinergia sviluppata tra l’organizzazione e i sostenitori realizza una tra le principali peculiarità della Fiera delle Parole: la totale gratuità degli incontri con il pubblico. In linea con il nome stesso della kermesse, infatti, lo spirito che anima il festival è quello della libera partecipazione, dell’informalità e del coinvolgimento di tutti.
INAUGURAZIONE
Il Palazzo della Ragione farà da cornice ai grandi eventi della giornata inaugurale. Alle 17:00, subito dopo l’inaugurazione, Marino Sinibaldi converserà con Sergio Staino, amico da sempre della Fiera a cui ha regalato il bellissimo logo, e con Dario Vergassola, irriverente quel tanto che basta, sul ruolo che la cultura continua a giocare nelle vite di uomini e donne. Alle 19:00 Andrea De Carlo sarà impegnato in un reading tratto dal suo ultimo romanzo “Cuore primitivo” e infine, alle 21:00, il maestro Uto Ughi, intervistato da Gian Antonio Stella, parlerà del suo libro “Quel diavolo di un trillo” nel quale condivide per la prima volta con il pubblico i tesori accumulati durante il suo cammino umano e professionale di violinista di fama mondiale.

Continue reading La Fiera delle Parole 2014, Padova dal 7 al 12 ottobre 2014

Collana “I Maestri dell’Arte”, arte illustrata per i bambini firmata Sole 24 ore

CHAGALL_cop_edicola-kR2E--258x258@IlSole24Ore-Web (1)Queste sono iniziative che, a mio avviso, meritano attenzione: Il sole 24 ore presenta una nuova collana, davvero interessante e fuori dagli schemi ordinari, una serie di volumi illustrati per raccontare ai ragazzi tra i 7 e gli 11 anni la storia e le opere dei più grandi protagonisti dell’arte nelle diverse epoche, dal barocco al rinascimento fino all’arte moderna e contemporanea.

A dare il via alla collana “I Maestri dell’Arte” il volume dedicato a Marc Chagall, in edicola venerdì 19 settembre, domani. L’idea mi piace davvero molto, innanzitutto perché divulgare l’arte sta diventando una sorta di ostacolo, come se potessimo vivere senza (impossibile) e in secondo luogo perché pur non essendo facile avvicinare i più piccoli ad artisti come Leonardo da Vinci, Kandinskij e Gustav Klimt credo che in realtà il loro interesse verso forme e colori sia decisamente superiore rispetto all’adulto oramai distratto da mille e uno impegni.

In ogni volume il pittore protagonista accompagna i giovani lettori attraverso i luoghi e i momenti chiave della sua vita e della sua carriera, dall’infanzia alla maturità, raccontandoli in prima persona. Ciascun racconto, scritto con taglio ironico da un rinomato storico dell’arte, si fermerà poi ad analizzare alcuni tra i più celebri capolavori, riproposti in versione originale attraverso grandi fotografie, così da coglierne i segreti nascosti, approfondirne i significati e conoscere le tecniche artistiche.

Le illustrazioni, curate e realizzate in chiave spiritosa dall’illustratore e art director Massimiliano Aurelio e dal disegnatore dei Gormiti Gianfranco Enrietto, restituiranno una versione della storia dell’arte accurata ed insieme frizzante; i racconti scritti in un linguaggio semplice e coinvolgente, vicino ai bambini, li aiuteranno a comprendere la filosofia degli artisti facendoli divertire.

Ricordo che trovate il primo volume in edicola domani a un prezzo di lancio di € 1,90 oltre al quotidiano. I volumi successivi saranno in edicola ogni venerdì a € 6,90 oltre al prezzo del Sole 24 Ore.

Le prossime uscite:

1 Marc Chagall 19/09/2014
2 Leonardo da Vinci 26/09/2014
3 Gustav Klimt 03/10/2014
4 Claude Monet 10/10/2014
5 Vincent Van Gogh 17/10/2014
6 Michelangelo Buonarroti 24/10/2014
7 Keith Haring 31/10/2014
8 Giotto 07/11/2014
9 Antonio Canova 14/11/2014
10 Sandro Botticelli 21/11/2014
11 Vasilij Kandinskij 28/11/2014
12 Caravaggio 05/12/2014
 

In uscita per Editrice Nord Vita dopo Vita di Kate Atkinson

vita dopo vitaIn attesa della recensione, a breve su queste pagine virtuali, vi segnalo l’uscita del libo Vita dopo Vita  di  Kate Atkinson, Editrice Nord, il 22 maggio 2014.

Comunicato Stampa

In una gelida notte di febbraio del 1910, a Londra nasce una bambina. Il cordone ombelicale è stretto intorno al suo collo, e nessuno riesce a salvarla.

In una gelida notte di febbraio del 1910, a Londra nasce una bambina. Il cordone ombelicale è stretto intorno al suo collo, ma il medico di famiglia, giunto proprio all’ultimo istante, lo taglia e permette alla piccola di respirare.
Inizia così la vita straordinaria di Ursula Todd, una vita che, nel corso degli anni, verrà spezzata più e più volte, mentre l’umanità si avvia inesorabilmente verso la tragedia della guerra.
Vita dopo vita, Ursula troverà la forza di cambiare il proprio destino, quello delle persone che incrocerà e quello del mondo intero?

Vincitore di numerosi premi letterari, Vita dopo vita è uno di quei rari e fortunati casi in cui la qualità e il talento narrativo hanno saputo conquistare anche il grande pubblico: da mesi ai primi posti delle classifiche inglesi e americane, è stato eletto miglior romanzo dell’anno da alcune tra le più prestigiose testate giornalistiche internazionali.

Kate Atkinson è una delle più importanti scrittrici del panorama narrativo inglese e, nel 2011, è diventata Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico per meriti letterari. Vive a Edimburgo.
«Vita dopo vita è un romanzo eccezionale.» The New York Times

«Un miracolo della letteratura.» The Washington Post

«Meraviglioso… un romanzo che incanta.»  The Wall Street Journal

«Uno di quei rari romanzi che soddisfano sia il grande pubblico sia il raffinato palato dei critici letterari… E non appena lo finisci, vuoi subito rileggerlo da capo.» The Times

«Kate Atkinson è un’autrice sensazionale e questo è il suo romanzo più riuscito: un capolavoro.»
The Guardian

 

Giunti Editore presenta il nuovo libro di Simona Baldelli: Il tempo bambino

Il tempo bambinoComunicato Stampa: Giunti Editore presenta il nuovo libro di Simona Baldelli: Il tempo bambino

È  una prova d’eccezione – un’opera estrema che usa al limite gli strumenti del narratore, con nozione di stile e caratterizzata da un profondissimo scavo psicologico- questo nuovo lavoro di Simona Baldelli. Storia  alle prese con una materia delicata: l’infanzia.

E se è vero che c’è un’età dell’oro – spazio e tempo in cui, di solito, i bambini avvicinano il mondo: universo di persone e sentimenti, aspettative e sogni, in cui  le paure diventano sicurezze  – è vero pure che esistono  anche i buchi neri – bui di cattiveria e di malvagità – a segnare e ferire il percorso di molti piccoli.

Il nuovo protagonista  dell’autrice – che, solo molto tardi, nella narrazione, scopriremo ha nome Mr. Giovedì – si chiama come un bambino ma ha un corpo da adulto. Ha attraversato un passato lento, così lento che non è ancora finito, tanto da non diventare grande mai.

È , insomma, uno strano-adulto-bambino, Mr. Giovedì, che, però, ha imparato a dominarlo, il tempo. L’ha tagliato, sminuzzato, pesato e stimato. Aggiusta e ricostruisce orologi, chiuso in una grande casa dove memorie e presenze della sua oscura età dell’oro lo inseguono.  Mr. Giovedì ha ancora paura del buio e conosce il significato della parola dolore.

E poi c’è la Regina, che è ancora piccola, anche se vorrebbe sembrare più grande. E lei, invece, vorrebbe che il tempo corresse veloce. Noi non sappiamo se la Regina ha abitato uno spazio amorevole oppure no.

Un giorno, però, i due si incontrano, fuori dal tempo che noi conosciamo, diverso da quello che abbiamo imparato a sezionare in ore, minuti e secondi.

Continue reading Giunti Editore presenta il nuovo libro di Simona Baldelli: Il tempo bambino

Veladiano, Lodoli e Odifreddi, gli scrittori parleranno di scuola e integrazione a Rimini

qualità integrazione scolastica 2013Comunicato Stampa  

Sono migliaia gli insegnanti, i dirigenti scolastici, gli psicologi, i medici, gli educatori professionali, e ancora pedagogisti, logopedisti, riabilitatori, e genitori, che si apprestano a partecipare attivamente al 9° Convegno internazionale La Qualità dell’integrazione scolastica e sociale Palacongressi di Rimini, 8-9-10 novembre 2013, organizzato dal Centro Studi Erickson.

84 workshop pomeridiani e 3 sezioni plenarie, relatori di fama nazionale e internazionale interverranno a Rimini per parlare di scuola e inclusione, in particolare segnaliamo la presenza di tre firme della letteratura italiana: Mariapia Veladiano, Marco Lodoli e Piergiorgio Odifreddi. Tre scrittori a cui la Direzione Scientifica del Convegno ha affidato il difficile compito di raccontare la scuola italiana, perché un corretto uso della parola ancora oggi può fare la differenza.

Mariapia Veladiano, scrittrice e preside a Rovereto, vincitrice del Premio Calvino 2013 con il romanzo La vita accanto, Einaudi, e autrice del romanzo acclamato dalla critica e dai lettori  Il tempo è un dio breve, Einaudi Stile Libero, darà la parola alla protagonista del Convegno: Le parole dell’integrazione.

Marco Lodoli, scrittore, insegnante e giornalista, autore di numerosi apprezzati volumi, come Il rosso e il blu. Cuori ed errori nella scuola italiana , Einaudi, da cui è stato tratto l’omonimo film di Giuseppe Piccioni, con Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, si concentrerà sul dialogo: Conversazione tra un insegnante e un allievo al bar davanti scuola.

Continue reading Veladiano, Lodoli e Odifreddi, gli scrittori parleranno di scuola e integrazione a Rimini

Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono? Psico-grafologia dei legami d’amore di Lidia Fogarolo

Grafologia_Lidia_FogaroloComunicato Stampa

Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono? Una domanda complessa quella a cui desidera rispondere nel suo breve saggio, Graphe.it edizioni, la dottoressa Lidia Fogarolo, analista e perita grafologa. Una questione che vede coinvolte milioni di persone, un quesito che ognuno o di noi ha cercato di affrontare almeno una volta nella vita.

Il saggio Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono? Psico-grafologia dei legami d’amore attraverso l’utilizzo di decine di scritture, alcune di coppie famose come John F. Kennedy e Jacqueline Bouvier, Adolf Hitler ed Eva Braun o Bob Dylan e Joan Baez, e la loro analisi eseguita per essere comprensibile da tutti, usa l’analisi grafologica per individuare quei tratti caratteristici dei legami d’amore capaci di chiarire alcune delle motivazioni che spingono l’individuo a innamorarsi e a condividere il proprio mondo interiore con qualcun altro.
Lidia Fogarolo usa la grafologia per rispondere alla classica domanda: Perché sono attratta da lui/lei? Il libro analizza le relazioni amorose partendo da un presupposto semplice, ma non sempre evidente: la somiglianza è alla base della comprensione.

Ci si rende conto che, di fronte a sentimenti così intensi, può sembrare ingenuo parlare di leggi psichiche che regolano la passione amorosa; eppure, anche se resta impossibile prevedere quale sarà l’individuo specifico che farà scoccare la freccia di Cupido, l’analisi grafologica è in grado di chiarire alcune delle motivazioni che spingono un individuo ad avventurarsi oltre i confini entro i quali di solito rimane rinchiuso, per condividere il suo mondo interiore. Per fare questo chiediamo aiuto anche alla psicologia che ci spiega quali sono i prerequisiti di base che innescano la spinta a creare legami amorosi più o meno intensi.

Un saggio intenso, volutamente ideato per far riflettere il lettore, un concentrato di psicologia, scritto anche per chi non conosce e non ha mai affrontato lo studio della grafologia.

Nessuno può conoscere il destino di un essere umano, eccetto la parte profonda interiore dell’individuo

La bicicletta di mio padre di Fabrizio Roccheggiani. Comunicato Stampa

cover_roccheggianiTra meno di venti giorni festeggeremo il sessantottesimo anniversario della Liberazione. Se un bambino ci chiederà il perché di questo giorno di festa potremo provare a spiegarlo con l’aiuto di Fabrizio Roccheggiani e del suo libro La bicicletta di mio padre, Lapis Edizioni.

Nel 1945 Fabrizio è solo un bambino ma ricorda perfettamente l’anno e mezzo di occupazione tedesca a Roma. Le fughe in cantina, le armi nascoste nel passeggino, i rastrellamenti nel ghetto, le Fosse Ardeatine, fino all’arrivo delle truppe alleate e ai giri per una Roma finalmente libera, seduto nel cestino della bici di papà. La stessa bici con cui il padre correva ad avvisare gli amici delle retate naziste.

Le pagine più travagliate e importanti della nostra storia, filtrate attraverso i ricordi di un bambino, si rivelano sotto una luce inedita. A metà tra la fiaba e l’avventura picaresca, i ricordi di Fabrizio fanno rivivere lo spirito del tempo, tra soprusi e violenze, ma anche tanto amore e altruismo.

Il libro, illustrato da Lorenzo Terranera, con i suoi colori, disegni e fotografie, ricorda anche nella grafica il diario di un ragazzino e invita a curiosare tra le pagine.

Continue reading La bicicletta di mio padre di Fabrizio Roccheggiani. Comunicato Stampa