Terre di Confine, online il primo numero

Terre di ConfineUn avviso dedicato a tutti gli amanti del genere fantasy: è online la rivista dedicata al mondo Fantastico Terre di Confine!

Si tratta di un magazine nuovo di zecca, ridisegnato nello stile, modernizzato, concepito insieme a Plesio Editore e preparato con passione da uno staff redazionale anch’esso in gran parte nuovo ma sempre fedele alla filosofia di serietà e impegno che anima la nostra Associazione Culturale. L’obbiettivo, come di consueto, è occuparci del mondo del Fantastico in ogni sua forma e declinazione.

Accanto a quei contenuti diventati per noi ‘tradizionali’, recensioni e interviste e articoli, tutti corredati di meravigliose immagini realizzate da illustratori straordinari e da fotografi di talento, i nostri Lettori di ‘vecchia data’ avranno modo di scoprire alcune novità… la principale delle quali è senz’altro la presenza di una parte antologica fissa, che raccoglie fumetti e racconti selezionati, un segmento destinato a diventare più corposo nei prossimi numeri.

 

La rivista la trovate QUI.

Buona lettura a TUTTI!

 

Shalim di Andrea Franco, Graphe.it edizioni

Indipendentemente dalla rassicurante bravura di Andrea Franco, i suoi scritti sono sempre eccellenti, Shalim, Graphe.it edizioni, mi ha lasciata un’ inquietante domanda. La malvagità è propria dell’uomo, ma può la stessa evolversi esattamente come il genere umano? Era più terribile l’uomo del passato o l’uomo moderno riesce a superare gli orrori dei suoi antenati?

Shalim è una storia strana, eventi diversi si intrecciano in epoche lontane pur portando un filo conduttore distinguibile. Due le storie principali, il romanzo d’avventura e l’horror, nel mezzo Shalim, essere da proteggere e da cui proteggersi, capace di nutrirsi di odio e rabbia, che ieri come oggi trova nell’essere umano la sua principale fonte di sostentamento.

Shalim lo incontriamo in Sudan nel 1888, un luogo selvaggio che a tratti ricorda l’amato Indiana Jones, per prodezze e pericoli, qui è in gioco la sua stessa sopravvivenza, contemporaneamente, grazie a un salto temporale possibile solo nella migliore letteratura,  lo incontriamo in Italia, nella nostra era,  con il medesimo impeto e la stessa frustrante distruzione. Shalim ha ritrovato la via e viene attirato dall’orrore.

Continue reading Shalim di Andrea Franco, Graphe.it edizioni

Hunger Games di Suzanne Collins, recensione


Hunger Games, e il successivo La ragazza di fuoco, entrambi firmati Suzanne Collins non è solo un ottimo romanzo, ma anche una denuncia spietata verso le società occidentali  abituate e sprecare ogni bene e formate da individui abitualmente deviati da televisione, notizie e infine dai reality show. Dal romanzo è nato il film, che sta ottenendo un immenso successo mondiale,  diretto da Gary Ross, la foto è la locandina del film.

Il filone principale del romanzo, ovvero vince chi rimane vivo, non è in realtà una novità, in molti, sia nella letteratura che nel cinema, hanno affrontato l’argomento, è un altro l’aspetto inquietante e destinato a far riflettere, soprattutto la categoria young adult a cui inizialmente si rivolge l’autrice, l’effetto spietato e irreale che accompagna ogni singolo istante immortalato dalle famose telecamere dei reality.

Il mondo creato da Suzanne Collins è un futuro nemmeno tanto lontano, un mondo distrutto e rinato, soggiogato dai più ricchi e alimentato dai più disperati, al centro gli Hunger Games dei giochi inventati per ricordare la ribellione, avvenuta e spenta oltre settant’anni prima, giochi dove vince chi vive. I partecipanti hanno dai 12 ai 18 anni e vengono estratti a sorte, un maschio e una femmina, ogni coppia “prescelta” proviene da uno dei 12 distretti sopravvissuti.

Protagonista assoluta della saga la giovane Katniss, tributo del distretto numero 12, la storia è ambientata in una arena dove i partecipanti al gioco si eliminano uno dopo l’altro…

Non ho visto il film, ma i commenti sembrano giungere positivi da più parti, e quindi il paragone con il libro mi risulta impossibile, posso però tranquillamente affermare che il libro merita il successo ottenuto, storia e ritmo della narrazione conquistano abilmente intrecciati ad attimi di riflessione.

Hunger Games

Suzanne Collins

Mondadori