gli-occhi-neri-di-susan_8575_

Gli occhi neri di Susan, di Julia Heaberlin

il romanzo si basa su continui salti temporali, il ieri che presenta la protagonista Tessa appena dopo la terribile vicenda che l’ha vista protagonista: è stata ritrovata viva in una fossa, sepolta da ossa, e priva di memoria. E l’oggi: Tessa vent’anni dopo, mamma di una splendida adolescente e convinta di aver contribuito a condannare a morte un uomo innocente.

urla-nel-silenzio_7271_x600

Urla nel silenzio, di Angela Marsons

Kim, la protagonista, è un detective donna senza gonnella, va in moto, è una dura, è amata dai suoi colleghi, ritenuta una testa calda viene comunque protetta dal capo. Strafiga e molto intelligente, cela, ovviamente, un’infanzia colma di sofferenze. Kim collega una serie di omicidi apparentemente isolati, e nel farlo scopre un cimitero di ossa vicino a un orfanotrofio femminile, chiuso da tempo a causa di un incendio.

omicidiquasiperfetti

Omicidi quasi perfetti, di Stuart McBride

Il filone principale, quello dedicato al serial killer procede senza intoppi, prende il lettore, lo attanaglia, fa amare la profiler Alice tanto da volerla come unica protagonista di altre storie, e il cattivissimo non si intuisce se non solo alle battute finali. La trama secondaria è una sorta di presa in prestito al mondo gangster, un brutto film dove splatter e cazzotti, pallottole e occhi cavati, vengono narrati tra un panino alla marmellata e una visitina dal dentista.