Scritto nel vento di Beatriz Williams, piacevole brezza

scritto_nel_ventoSe siete alla ricerca di un romanzo d’amore piacevole, ma non eccessivamente rosa, capace di far intravvedere tragedie e incanti senza stucchevoli e eccessive dimostrazioni d’amore, Scritto nel vento di Beatriz Williams, Editrice Nord, potrebbe soddisfare i vostri desideri. Il romanzo scorre, la storia regge e l’amore tra i protagonisti tramuta grazie alle parole ricercate dell’autrice, crescendo a sua volta assieme a ogni personaggio;  la scelta temporale, una sorta di balletto tra il 1931 e il 1938, si intreccia capitolo dopo capitolo, donando ritmo all’evoluzione della storia e portando il lettore a scoprire in maniera graduale scandali e pettegolezzi. Passato e presente presentano una storia diversa, certamente romantica,  ma anche avventurosa, dalle sfumature delicate e i confini tra amore e  desiderio diventano sempre più sottili.

Lily è una ragazza sveglia, intelligente, romantica, incapace di concepire la cattiveria e la gelosia, Budgie è la sua migliore amica, bellissima, scandalosa, due giovani donne protagoniste di quell’America sopravvissuta al ’29; gioventù, crolli finanziari, amanti e relazioni impossibili portano le due amiche a un rapporto decisamente poco idilliaco, a tratti subdolo. Rivali, non in amore quanto in aspettative. Beatriz Williams coglie ogni sfumatura di quel periodo, dal proibizionismo alla guerra, e si destreggia abilmente scivolando con grazia nel dettagli di quel passato.

Protagonista indiscusso l’amore, quello che resiste, granitico, capace di perdonare e di andare oltre, oltre i pettegolezzi, le cattiverie, l’invidia. Da giovane e ingenuo fino ad abbracciare i sopravvissuti. Un amore che come un uragano, nasce dal nulla, devasta, e si placa.

Perché no, in fondo? Perché non accettare qualche appuntamento galante? Perché non permettere a zia Julie di tagliarmi i capelli e mettermi il rossetto? Perché non accorciare la gonna di un paio di centimetri e lasciare che un altro uomo mi baciasse? Perché non dimenticare?

Continue reading Scritto nel vento di Beatriz Williams, piacevole brezza