Gli amici del fiume, di Guia Risari, ill. G. Rossi

Amicidelfiume-Risari-1Vi siete mai soffermati ad ascoltare la natura? Io sì, spesso, e rimango sempre affascinata da quella sensazione, quelle chiacchiere, sussurri, parole o canzoni, come a voler sottolineare quanto sia viva. A volte mi sento un’estranea di fronte alla sua enorme meraviglia, altre, mi accoglie come a volermi parte del tutto. Guia Risari in Gli amici del fiume riesce a dar voce a quella natura, scopre i sussurri, i segreti, l’amore e le paure, traducendo il tutto per noi, permettendoci così di comprendere ogni più piccolo dettaglio.

La natura sulla riva di un fiume, imprevedibile, ci presenta un riccio, un’anatra e una lepre, desiderosi di imparare a nuotare; l’anatra, la più esperta, dovrebbe insegnare questa pericolosa arte ai suoi amici.

I tre amici a quel punto si sedettero vicini sul bordo del fiume, facendo penzolare le zampe in acqua ma stando ben attenti a non cadere. L’acqua era piacevolmente fredda. Si scambiarono uno sguardo che raccontava tutta la loro meraviglia.

«Com’è trasparente» sospirò Adamo.

«Morbida» aggiunse Taddeo.

«Imprevedibile» concluse Nina.

E quella fu la loro prima lezione di nuoto.

Vengono presentati così i nostri eroi, tre esploratori del mondo, coraggiosi ma anche intimiditi e impauriti da ciò che non conosco. Come a voler abbracciare il ragazzo che legge, sussurrando nel suo orecchio che è normale aver paura, la vita è una continua scoperta, ma se affrontiamo il viaggio con coraggio possiamo imparare mondi meravigliosi.

Continue reading Gli amici del fiume, di Guia Risari, ill. G. Rossi

Il pigiama verde, di Guia Risari. Illustrazioni di Andrea Alemanno

pigiama-verde-cover-3d-600x584Ci sono capricci che non hanno inizio, ne fine. Stanno lì a renderti la giornata una sorta di vortice impazzito e tu, povero adulto, non ne vieni fuori; vuoi perché non capisci il motivo di tanto affanno, vuoi perché preferiresti essere ovunque tranne che in quella stanza. O semplicemente perché non ce la fai più.

Sta di fatto che tu, o io,  adulto travolto dai capricci non sai che pesci pigliare.

Ecco, Il pigiama verde, di Guia Risari, illustrato da Andrea Alemanno, potrebbe aiutare anche i meno coraggiosi, perché offre sì una bella storia da leggere ma anche un bel consiglio per i più grandi: inventate sempre e comunque, spiegate e raccontate storie, avventure, fantasie incredibili; alla fine cedono sempre, se non alla fantasia al sonno.

Il pigiama verde è la storia di un bambino che non ne vuole sapere di mettersi il pigiama perché simbolo di fine dei giochi, del divertimento della giornata. Così il suo papà un giorno gli regala un pigiama speciale, non solo per il colore assolutamente fuori dall’ordinario ma anche perché…. può diventare una tuta spaziale, una tuta da sub, una tuta per volare..

Bella storia, assolutamente splendide le illustrazioni, un libro che consiglio a tutti  i bambini, capricciosi e non.

Il pigiama verde, Guia Risari, Illustrazioni Andrea Alemanno, Coccole Book, 2016, Euro 11,50

Il viaggio di Lea, di Guia Risari

9788866563303Può una bambina di soli 12 anni viaggiare da sola? Certo che può, soprattutto se accompagnata da un gatto davvero speciale come Porfirio. Il viaggio di Lea, di Guia Risari è un romanzo per ragazzi molto intelligenti, non sono ironica, nemmeno un pochino. Perché ci vuole molta, ma davvero molta intelligenza per seguire Lea nel suo cammino. Soprattutto per capire Lea e la sua sofferenza e gioire e piangere assieme a lei.

Lea è orfana, vive con il nonno in assoluto silenzio: dalla morte dei genitori ha deciso di non voler più parlare. Poi un giorno arriva Porfirio, un gatto parlante, e considerando che pare dica cose intelligenti Lea cambia idea, ricomincia a parlare, ma assieme al desiderio di comunicare ecco affiorare anche la volontà di capire: perché si vive? Perché si muore? Che senso ha il dolore?

Non era giusto ignorare le domande che le si affollavano nella testa; era meglio affrontarle e andare a cercare direttamente le risposte, ovunque si nascondessero. Ma soprattutto, Lea ne era convinta, per una volta doveva limitarsi a vivere il presente: era quello il segreto.

Il viaggio di Lea ricorda un sogno, un incredibile cammino arricchito da personaggi stravaganti, a tratti protagonisti di racconti dell’orrore altri usciti da favole spumeggianti. Lea imparerà molto da ognuno di loro e a farla sorridere e tornare con i piedi ben ancorati a terra ci pensa sempre il suo gatto, angelo custode e inseparabile amico.

Continue reading Il viaggio di Lea, di Guia Risari