La ragazza con le pistole di Celia Rees, eroine coraggiose e cavalieri bellissimi

Pur non ritenendo i romanzi di Celia Rees dei capolavori internazionali, ammetto che il ritmo veloce e le avventure rocambolesche dei suoi personaggi conquistano, a volte inciampano ma riescono a mantenere viva l’attenzione del lettore che alla fine del testo si ritrova a fare il tifo per i buoni e ad odiare i cattivi pur non avendone alcuna intenzione. Le donne che prendono vita dalla scrittura di questa autrice sono eroine allo stato puro, siano esse streghe, pirate, o ricche signore, colme di coraggio e ardore come si conviene ad un’eroina che si rispetti.

La ragazza con le pistole assomiglia molto a uno Zorro al femminile, giovane, ricca e immancabilmente donna Sovay rifiuta l’agio del suo stato che pare annoiarla, solo per qualche notte non esageriamo pizzi e merletti la attendono al ritorno, per indossare la maschera di un temibile bandito. Le vicende del romanzo si destreggiano tra le terre di Inghilterra e Francia verso la vine del 1700, epoca romantica e suggestiva per eccellenza. Non mancano i banditi veri, i briganti, i comandanti dell’esercito bellissimi, la politica e i ribelli, e ovviamente l’amore.

Continue reading La ragazza con le pistole di Celia Rees, eroine coraggiose e cavalieri bellissimi