L’intelligenza razionale e l’intelligenza emotiva, di Lidia Fogarolo

IXovZ2XPDTHx_s4-mbPremessa: anche se non siete esperti grafologi, ma comunque interessati all’intelligenza umana in tutte le sue meravigliose sfumature, vi consiglio di leggere questo libro.  L’intelligenza razionale e l’intelligenza emotiva, di Lidia Fogarolo può sembrare solo in apparenza un manuale per gli addetti ai lavori, ma in realtà è un concentrato di nozioni e concetti capaci di chiare molti aspetti della complessità umana.

Ritengo la grafologia una materia molto difficile, studiandola si ha l’impressione di, inizialmente, non capirci un tubo, perdonate la sincerità;  poi, come d’incanto, ecco che tutti i tasselli trovano la giusta collocazione, ed ecco che ogni singolo segno, intrecciato agli altri, conquista il suo significato. Per chi è interessato all’argomento, ma non ha alcuna intenzione di dannarsi l’anima nello studio, complesso, della materia, Lidia Fogarolo presenta il suo nuovo libro, una lettura obbligata per chi invece studia grafologia,  e riesce nell’incredibile impresa di donare al pubblico un volume ricchissimo di dettagli grafologici ma anche e soprattutto di intuizioni e verità.

Continue reading L’intelligenza razionale e l’intelligenza emotiva, di Lidia Fogarolo

Grafologia e sessualità, di Lidia Fogarolo. Recensione

grafologia-e-sessualita-241706La grafologia è una scienza, si lo sottolineo a mio avviso si tratta di una scienza anche se priva oggi dei riconoscimenti adeguati, difficile, capace di appassionare e contemporaneamente di spiazzare i più scettici. Considerando che l’analisi grafologica in altri paesi, come la Francia, viene usata dalle aziende per selezionare il personale, si può intuire quanta attenzione dovrebbe meritare la complicata analisi grafologica di qualsiasi individuo.

Lidia Fogarolo aveva già ampiamente dimostrato le sue doti di chiarezza espositiva “per tutti” con il saggio Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono? sempre per la Graphe.it edizioni. L’autrice oggi torna nelle libreria nazionali con un secondo saggio, decisamente più corposo e impegnativo: Grafologia e sessualità. Un’analisi psicologica, sociale e culturale del comportamento sessuale. Il volume analizza scritture dei grandi, come Napoleone e Hitler, per analizzare comportamenti sessuali, atteggiamenti, aspettative, dalla normalità alle patologie. La psicologa e grafologa Lidia Fogarolo descrive con estrema chiarezza come l’attrazione sessuale, e tutti i comportamenti che rientrano nella sfera sessuale e affettiva dell’individuo, possa modificare la personalità e quindi la grafia del soggetto. Ovviamente gli esempi sono evidenti e eclatanti oltre che storicamente famosi, in questo modo chi legge riesce a collegare segni grafologi a particolari evidenti del carattere del soggetto, spesso descritti in biografie e libri di storia.

Quando la psicologia, e perciò anche la grafologia, analizza le varie dimensioni dell’essere umano, siano esse intellettive o affettive, lo fa partendo da questo assunto:
comportamenti apparentemente simili possono attingere da una vastità di possibili cause e rispondere a svariate motivazioni. Perfino il comportamento sessuale,
per quanto possa sembrare saldamente ancorato alla realtà più materiale, risponde a contenuti e rappresentazioni assai diversificati.

Arricchendo lo scritto di ricerche scientifiche nel campo della psicologia e della neuroscienza, l’autrice entra nel profondo significato del segno utilizzando la grafologia morettiana per sottolineare ad esempio come personalità passionali, segni slanciata e scattante, si differenziano in maniera netta da personalità languide, segno pendente; o personalità legate alla materia si distacchino da chi tende a intenerirsi, anche a livello erotico.

Continue reading Grafologia e sessualità, di Lidia Fogarolo. Recensione

Recensione: Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono? di Lidia Fogarolo

Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono?Non occorre vantare lauree in psicologia o anni di studio della grafologia per comprendere che l’argomento affrontato dal saggio Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono? Psico grafologia dei legami d’amore di Lidia Fogarolo, Graphe.it edizioni, è complicato. L’attrazione e l’amore coinvolgono menti eccelse da secoli, la comprensione del sentimento scatena gli animi di filosofi, scienziati e poeti. Il saggio ha però a mio avviso un fattore molto positivo: è alla portata di tutti. L’autrice non usa parole sconosciute, non cerca di dimostrare verità lontane usando parabole letterarie. Lidia Fogarolo si concentra sull’analisi del sentimento senza mai perdere di vista la comprensione del lettore.

Attraverso l’applicazione della Grafologia Morettiana, e l’analisi di scritture di coppie famose, l’autrice affronta tematiche da sempre complicate, come l’innamoramento, cosa ci spinge ad innamorarci, cosa scatena l’attrazione, cosa ci aspettiamo da un legame amoroso. Le analisi delle scritture presentate aiutano il lettore a comprendere lo strano fenomeno della compensazione e a capire perché due persone apparentemente così diverse decidono di stare assieme.

In realtà è assai difficile capire perché le relazioni saltano, data la frequenza con qui avviene oggi la cosa. Sembra che a essere a rischio sia la relazione in sé, indipendentemente dal fatto che sia partita con un movimento sganciato da ogni criterio se non quello del “mi piace” e “lo/la voglio”, o invece con considerazioni più prudenti.

Lidia Fogarolo spiega le dinamiche della coppia, dall’attrazione alla relazione, usando scritture famose come J. F. Kennedy e Jacqueline Bouvier, Adolf Hitler e Eva Braun, Bob Dylan e Joan Baez. Identificando segni grafologici nitidi differenze e compensazioni appaiono evidenti, questi assieme alle storie dei singoli soggetti rendono ogni relazione presentata un concentrato di storia e psicologia.

Continue reading Recensione: Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono? di Lidia Fogarolo

Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono? Psico-grafologia dei legami d’amore di Lidia Fogarolo

Grafologia_Lidia_FogaroloComunicato Stampa

Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono? Una domanda complessa quella a cui desidera rispondere nel suo breve saggio, Graphe.it edizioni, la dottoressa Lidia Fogarolo, analista e perita grafologa. Una questione che vede coinvolte milioni di persone, un quesito che ognuno o di noi ha cercato di affrontare almeno una volta nella vita.

Il saggio Perché gli opposti si attraggono e i simili si comprendono? Psico-grafologia dei legami d’amore attraverso l’utilizzo di decine di scritture, alcune di coppie famose come John F. Kennedy e Jacqueline Bouvier, Adolf Hitler ed Eva Braun o Bob Dylan e Joan Baez, e la loro analisi eseguita per essere comprensibile da tutti, usa l’analisi grafologica per individuare quei tratti caratteristici dei legami d’amore capaci di chiarire alcune delle motivazioni che spingono l’individuo a innamorarsi e a condividere il proprio mondo interiore con qualcun altro.
Lidia Fogarolo usa la grafologia per rispondere alla classica domanda: Perché sono attratta da lui/lei? Il libro analizza le relazioni amorose partendo da un presupposto semplice, ma non sempre evidente: la somiglianza è alla base della comprensione.

Ci si rende conto che, di fronte a sentimenti così intensi, può sembrare ingenuo parlare di leggi psichiche che regolano la passione amorosa; eppure, anche se resta impossibile prevedere quale sarà l’individuo specifico che farà scoccare la freccia di Cupido, l’analisi grafologica è in grado di chiarire alcune delle motivazioni che spingono un individuo ad avventurarsi oltre i confini entro i quali di solito rimane rinchiuso, per condividere il suo mondo interiore. Per fare questo chiediamo aiuto anche alla psicologia che ci spiega quali sono i prerequisiti di base che innescano la spinta a creare legami amorosi più o meno intensi.

Un saggio intenso, volutamente ideato per far riflettere il lettore, un concentrato di psicologia, scritto anche per chi non conosce e non ha mai affrontato lo studio della grafologia.

Nessuno può conoscere il destino di un essere umano, eccetto la parte profonda interiore dell’individuo

Tratti di personalità nella scrittura di Lidia Fogarolo, grafologia morettiana e i grandi della storia

La grafologia morettiana è uno strumento capace di identificare tratti psicologici attraverso l’unicità della grafia. Detta così sembra magia, ma chi la conosce la considera una scienza, scienza con regole e risultati, e poiché l’ho studiata posso confermare la sua validità. Creata da Girolamo Moretti la grafologia morettiana si impone come mezzo per determinare il profilo psicologico di una persona; Moretti ha individuato oltre 70 segni grafologici capaci, quando combinati correttamente, di fornire caratteristiche in grado di descrivere atteggiamenti, paure, attitudini e tratti del carattere propri della persona.

Tratti di personalità nella scrittura – Manuale di grafologia morettiana di Lidia Fogarolo desidera creare un anello di congiunzione concreto tra la grafologia e la psicologia. Il volume presenta due parti principali, la prima si concentra sul sistema segnico morettiano, riportando i segni già identificati da Girolamo Moretti ampliando le sue principali considerazioni e legando ogni sua intuizione a un preciso dettaglio psicologico.

Alla base di ogni sistema grafologico troviamo, innanzitutto, la definizione dei segni grafici, vale a dire di “quelle date qualità individuali della grafia umana, che sono indici di qualità umane intellettive, affettivo-attive e somatiche”. Il segno grafologico è, nella sua essenza, una sintesi psicologica di una serie di qualità che, per corrispondere a un tratto di personalità reale, analogamente a quanto proposto in campo psicologico, deve rispettare queste due condizioni: essere in grado di individuare specifiche caratteristiche della personalità definibili in modo univoco; le caratteristiche individuate non devono essere sovrapponibili. Ciò significa, in altri termini, che a ogni segno deve corrispondere un aspetto durevole e identificabile dell’individualità; inoltre nel sistema teorico adottato non devono essere presenti più segni, con nomi diversi, che in realtà misurino la stessa qualità.

La seconda parte del manuale si sofferma sui grandi dalla scrittura, ovvero sull’analisi grafologica di scritture appartenenti ad alcuni grandi personaggi della storia del mondo, grandi scienziati, grandi artisti, politici ecc. Le analisi grafologiche oltre a determinare le caratteristiche della personalità del soggetto, analizzano pregi e difetti della personalità, artefici o meno della fama reale riscontrata.

In termini grafologici, la scrittura non spiega il nostro destino e spiega solo in parte la nostra storia, in quanto la personalità costituisce uno dei mezzi attraverso i quali il destino individuale si compie.

Tratti di personalità nella scrittura – Manuale di grafologia morettiana

Lidia Fogarolo

Edizioni Messaggero Padova