Estensione del dominio della lotta di Michel Houellebecq

Su un muro della stazione Sèvres-Babylone ho visto uno strano graffito: Dio ha voluto ineguaglianza, non ingiustizie, c’era scritto. Mi sono chiesto chi potesse essere quella persona così bene informata sulle intenzioni di Dio“. Geniale.

Lo ammetto, solitamente non mi faccio intimidire dalla quarta di copertina, ma questa frase mi ha conquistata, e soprattutto mi ha strappato una risata. Michel Houellebecq si è già presentato al grande pubblico, o meglio, l’ha già fatto discutere grazie a “Le particelle elementari” e la stessa polemica è facilmente individuabile anche in “Estensione del dominio della lotta“, Bompiani, anche se più che romanzo lo definirei un trattato sulla disillusione.

L’apatia dei trentenni viene messa duramente sotto accusa, ma soprattutto la loro solitudine, il tutto condito da una evidente nota di sarcasmo a volte difficile da sostenere altre talmente surreale da divertire.

Continue reading Estensione del dominio della lotta di Michel Houellebecq