Tag Archives: Roberto Fantini

Odisseo e le onde dell’anima, di Roberto Fantini. Un viaggio poetico

Published by:

Odisseo e le onde dell'anima - Graphe.it

Odisseo e le onde dell'anima - Graphe.itOdisseo e le onde dell’anima di Roberto Fantini, Graphe.it edizioni 2013, non è un romanzo, nel senso classico, narrativo, del termine, non è un saggio, anche se a mio avviso è colmo di lucida saggezza. Personalmente lo definisco una scrittura poetica, un viaggio riflessivo, pacato e dolce.

Il narratore, Ulisse, ovvero Odisseo, racconta al lettore il suo ultimo viaggio, quando stanco e vecchio naviga verso la morte. Ma, l’eroe che siamo abituati ad ammirare ha lasciato il posto ad un vecchio umano, impaurito, terrorizzato dal dolore fisico, consapevole del suo andare, incapace di abbandonarsi ad esso.

Odisseo è cullato dai ricordi, passato e presente si fondono, pensieri e esistenza convivono assieme ai rimpianti. Il vecchio Odisseo affronta ogni dolore, ogni dialogo e confronto, perché riconosce in questo ultimo viaggio la bellezza della sua vita, passata e futura.

Continue reading

Il cielo dentro di noi di Roberto Fantini, recensione

Published by:

Recensione di Francesco Pistolato.

Da qualche anno Roberto Fantini, dopo una lunga militanza in Amnesty International Italia e una vita come insegnante di filosofia, ha preso a distillare questa sua duplice esperienza in una serie di pubblicazioni agili ma non banali, molto leggibili e davvero raccomandabili a chiunque legga non per passatempo, ma per nutrire mente e spirito. Dopo il notevolissimo La morte spiegata ai miei figli, Ed. Sensibili alle foglie del 2010, un libro che tratta con serenità e respiro il tabù della morte, Fantini ci propone ora Il cielo dentro di noi. Conversazioni sui Diritti Umani (sul mondo che c’è e su quello che verrà), una serie di dieci intense conversazioni con personalità impegnate nel campo dei diritti umani.

Il titolo dichiaratamente richiama la famosa frase kantiana “Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me”, con cui il filosofo indicava ciò che non cessava di suscitare la sua ammirazione: “Il cielo dentro di noi” è la speranza in un miglioramento dell’umanità, in una uscita dallo stato di barbarie ancora tanto presente, obiettivo cui Amnesty International molto concretamente contribuisce da ormai più di 50 anni, come ricorda la conversazione con Antonio Marchesi, per vari anni Presidente della Sezione Italiana. L’associazione nel tempo ha notevolmente esteso il suo raggio di intervento, passando dalla semplice richiesta di liberazione di prigionieri politici, all’intervento sulle cause strutturali delle violazioni dei Diritti Umani. Scritti con la lettera maiuscola, i Diritti Umani sono quelli sanciti dalla Dichiarazione Universale del 1948: diritti umani sì, naturali no, nel senso, come si dice nel libro, che il loro rispetto deriva da uno sforzo culturale e attivo contro l’evidente tendenza umana a violarli. Come in ogni epoca, al male visibile si contrappone un bene meno percepibile, l’attività di tante persone come quelle qui intervistate – e lo stesso intervistatore – che lavorano quotidianamente per portarci tutti avanti, nella direzione del riconoscimento della comune umanità, da cui, dopo tanti sforzi scaturirà una luminosa percezione di fratellanza, si aprirà il cielo dentro di noi.

Continue reading